GENNAIO 2018 (3) – DENUNCIA LAVORATORI SOMMINISTRATI, ASSICURAZIONE INFORTUNI DOMESTICI, STIPENDI E COMPENSI – TRACCIABILITÀ OBBLIGATORIA E CONGEDO OBBLIGATORIO PER IL PADRE LAVORATORE

18 gennaio 2018
1373 Views

 DENUNCIA LAVORATORI SOMMINISTRATI

 I datori di lavoro che hanno utilizzato lavoratori somministrati nel 2017 da  Agenzie abilitate sono tenuti a comunicare, entro il 31 gennaio 2018, i seguenti dati:
– il numero di contratti di somministrazione conclusi;
– la durata di tali contratti;
– il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.
La comunicazione va trasmessa alle rappresentanze sindacali aziendali ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria o, in mancanza, agli Organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più
rappresentative sul piano nazionale. Normalmente sono le agenzie a fornire i dati consuntivi ma, qualora non si riceva nulla, è consigliabile sollecitarli o provvedere autonomamente attraverso l’apposito prospetto.
Per il mancato o non corretto adempimento dell’obbligo di comunicazione è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria pari ad un importo variabile da euro 250 ad euro 1.250.

ASSICURAZIONE INFORTUNI DOMESTICI

Entro il 31 gennaio 2018 tutte le persone di età compresa tra 18 e i 65 anni che si occupano della cura dei componenti della famiglia, in modo abituale ed esclusivo senza vincolo di subordinazione, devono versare il premio annuale di euro 12,91. La legge n. 296 del 27 dicembre 2006 abbassa dal 33% al 27% la soglia di invalidità riconosciuta per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2007.

STIPENDI E COMPENSI – TRACCIABILITÀ OBBLIGATORIA

Con alcune disposizioni inserite nella legge di stabilità 2018, è stata stabilita la piena tracciabilità delle retribuzioni e dei compensi per qualsiasi prestazione lavorativa sia subordinata che autonoma.
Questo comporta l’assoluto divieto di corrispondere la retribuzione, ivi compresi gli anticipi, attraverso denaro contante direttamente al lavoratore.
L’entrata in vigore della disposizione è dal 1° luglio 2018.

CONGEDO OBBLIGATORIO PER IL PADRE LAVORATORE

consulenti-lavoro-torino

Anche per l’anno 2018 è stato prorogato l’obbligo di usufruire del congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente entro cinque mesi dalla nascita del figlio. La durata del congedo, che per il 2017 era di due giorni lavorativi, è stata estesa a quattro giornate da fruire anche in modo non continuativo. Inoltre, il padre lavoratore può astenersi per un periodo ulteriore di un giorno, in sostituzione e in accordo con la madre, in relazione al periodo di astensione obbligatoria ad essa spettante.

 
 Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.