DICEMBRE 2017 – CONGUAGLIO DI FINE ANNO, CONTRIBUTO NASPI – ULTIMO APPUNTAMENTO CON REQUISITI ANNO 2017 E CCNL INDUSTRIA: AUMENTATI I MINIMI

7 dicembre 2017
637 Views

CONGUAGLIO DI FINE ANNO

Ricordiamo a tutti i datori di lavoro che, in qualità di sostituti d’imposta, nel mese di dicembre sono chiamati al conguaglio di fine anno, ossia il ricalcolo delle imposte e dei contributi dovuti dai propri dipendenti sulla base del reddito percepito nell’anno.
Si specifica che ricorrendo il principio di cassa, e non di competenza, vanno certificate solo le somme effettivamente pagate al lavoratore o al collaboratore entro il 12 gennaio 2018  (secondo il principio di cassa allargato).

CONTRIBUTO NASPI – ULTIMO APPUNTAMENTO CON REQUISITI ANNO 2017

I datori di lavoro, che hanno concluso rapporti di lavoro con personale dipendente a tempo indeterminato in ottobre 2017, devono inderogabilmente erogare il contributo di licenziamento NASPI, se non già fatto nel mese di novembre.
Il versamento di tale contributo è infatti posticipabile al secondo mese successivo a quello di licenziamento e l’importo viene determinato annualmente in base alla variazione dell’indice Istat. Sono previste esclusioni tra cui i licenziamenti effettuati in conseguenza di cambi d’appalto e nel settore delle costruzioni edili per completamento delle attività e chiusura cantiere.

 

CCNL INDUSTRIA: AUMENTATI I MINIMI

consulenti-lavoro-torino

A partire dal 1^ gennaio 2018, a seguito degli accordi raggiunti tra i rappresentanti delle associazioni e i sindacati, verranno corrisposti aumenti salariali per i dipendenti dei seguenti settori: Tessile; Gomma-Plastica; Chimico-Concia; ceramica, vetro, abrasivi; Terzo Fuoco. I nuovi minimi sono stati infatti adeguati in relazione allo scostamento tra l’inflazione reale 2016 e quella prevista. Nell’accordo sottoscritto dalle sigle sindacali in seguito alla verifica della perequazione, sono indicati gli importi che verranno inseriti in busta paga a titolo di Elemento Distinto della Retribuzione (EDR) fino a giugno del 2018.

Leggi l’accordo

 

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.