DECRETO DIGNITÁ, GPS IN VEICOLI AZIENDALI ANCHE AD USO PRIVATO, MISURE VOLTE ALLA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO, ASSUNZIONI A TERMINE PER RAGIONI SOSTITUTIVE E FORMAZIONE CONTINUA

26 settembre 2018
2131 Views

DECRETO DIGNITÁ

La definitiva approvazione del cosiddetto “Decreto dignità” ha portato alcune modifiche alle norme in materia di contratto a tempo determinato, somministrazione di lavoro, tutele crescenti ed esonero contributivo.
Lavoro a tempo determinato: al contratto di lavoro può essere apposto un termine di durata non superiore a 12 mesi: il contratto può avere una durata superiore, ma non oltre 24 mesi solo in presenza di una specifica causale. Nell’ambito di tali durate sono compresi anche i periodi di lavoro a termine tramite agenzie di somministrazione. Il numero di proroghe consentite in costanza di rapporto viene ridotto da cinque a quattro. Il numero dei lavoratori assunti a tempo determinato non può eccedere complessivamente il 30% del numero dei lavoratori a tempo indeterminato.
Indennità licenziamento contratto a tutele crescenti: l’indennità risarcitoria riconosciuta dal giudice in caso di licenziamento ritenuto illegittimo – sempre pari a due mensilità di retribuzione per ogni anno di servizio – è dunque prevista in misura minima non inferiore a sei mensilità (anziché quattro) e massima di trentasei (anziché ventiquattro).
Esonero contributivo: viene prorogato anche per gli anni 2019 e 2020 l’esonero contributivo in vigore per il corrente anno a favore delle trasformazioni a tempo indeterminato per i giovani fino ai 35 anni di età che non abbiano mai avuto precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato. L’agevolazione è pari al 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro fino al limite di € 3.000 annui per una durata massima di 36 mesi.

GPS IN VEICOLI AZIENDALI ANCHE AD USO PRIVATO

 Il garante della privacy, con un proprio provvedimento, ha fornito un’indicazione sulle modalità di gestione dei dispositivi GPS installati sui veicoli aziendali per i quali è consentito anche un uso privato. E’ stato stabilito che i dati dovranno essere conservati per il solo periodo strettamente necessario (comunque inferiore all’anno) e dovrà essere consentito al lavoratore di disattivare il dispositivo sia durante le pause sia al termine dell’orario di lavoro.

 

MISURE VOLTE ALLA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO

Terminerà a fine 2018 il periodo sperimentale nel quale è previsto il riconoscimento di sgravi contributivi a tutti i datori di lavoro privati che, nell’ambito di contratti collettivi aziendali e di secondo livello, prevedono interventi a favore della conciliazione tra vita privata e professionale.
Gli interventi innovativi dovranno riguardare la genitorialità (maternità e congedi parentali), la flessibilità del lavoro (lavoro agile, part-time, banca ore, cessione permessi, ecc.) e il welfare aziendale. I datori di lavoro saranno ammessi alla fruizione degli sgravi nell’ambito delle risorse stanziate.

 

ASSUNZIONI A TERMINE PER RAGIONI SOSTITUTIVE

Assumere nuovi lavoratori per sostituire i dipendenti temporaneamente assenti dà la possibilità al datore di lavoro di godere di alcuni vantaggi. Le imprese infatti possono applicare una specifica disciplina che prevede delle eccezioni alle regole generali di gestione dei contratti a termine. Inoltre, è possibile fruire di agevolazioni contributive se l’assunzione è finalizzata alla sostituzione di lavoratori assenti per congedo di maternità.

 

 

FORMAZIONE CONTINUA (C.C.N.L. Industria Metalmeccanica)

L’accordo di rinnovo del 26 novembre 2016 riconosce il diritto alla formazione continua per tutti i lavoratori.
Ricordiamo gli adempimenti aziendali:
A partire dal 1 gennaio 2017, le aziende dovranno coinvolgere tutti i lavoratori a tempo indeterminato, entro il terzo anno di ogni triennio, in percorsi di formazione della durata di 24 ore pro capite (in aggiunta a quelle obbligatorie in materia di sicurezza).
La formazione può essere programmata entro il 31 dicembre 2018 e dovrà svolgersi entro il 31 dicembre 2019.
Le modalità di erogazione sono, a titolo esemplificativo: aula, corsi interni o esterni all’azienda, autoapprendimento con FAD, digitalizzazione processi, affiancamento, training on the job.
Rimaniamo a disposizione per fornirvi assistenza compreso eventuali docenti.

 Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.