CONGEDO PATERNITÀ, INPS, AGEVOLAZIONI ASSUNZIONE, INASPRIMENTO SANZIONI PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI LAVORO, INPS MINIMALE E MASSIMALE CONTRIBUTIVO, CU E RITENUTE FISCALI DIPENDENTI

18 Febbraio 2019
3089 Views
CONGEDO PATERNITÀ

Nel 2019 il congedo obbligatorio per i papà arriva a 5 giorni. Il padre del bambino può richiedere il congedo obbligatorio entro il quinto mese di vita del bambino, o dall’ingresso in famiglia in caso di affidamenti o adozioni sia nazionali che internazionali.

INPS

Dal 1° gennaio 2019 i dati per la fatturazione elettronica sono uno dei requisiti essenziali per l’invio telematico della visita medica fiscale ai dipendenti, senza i quali la richiesta non potrà essere inoltrata.

AGEVOLAZIONI ASSUNZIONE

Con l’introduzione del reddito di cittadinanza per lavoratori disoccupati, disciplinato dal Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019, ai datori di lavoro in regola con il durc e non destinatari di provvedimenti sanzionatori, che assumano a tempo pieno e indeterminato il beneficiario del reddito, sarà riconosciuto uno sgravio contributivo; coloro che beneficiano del reddito e vogliano avviare una attività di lavoro autonomo entro i primi 12 mesi di fruizione, potranno avvalersi di un beneficio addizionale pari a 6 mensilità di reddito di cittadinanza.

 

INASPRIMENTO SANZIONI PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI LAVORO


Dal 2019 vengono inasprite le sanzioni per lavoro irregolare nelle seguenti misure:

  • Impiego di lavoratori irregolari fino a 30 gg. da 1.500 a 9.000 euro per ciascun lavoratore irregolare e da 1.800 a 10.800 per ciascun lavoratore irregolare trovato in azienda;
  • Da 31 giorni a 60 giorni di lavoro effettivo da 3.000 a 18.000 per ciascun lavoratore irregolare e da 3600 a 21.600 euro per ciascun lavoratore irregolare trovato in azienda;
  • Per oltre 60 giorni di lavoro effettivo da 6.000 a 36.000 per ciascun lavoratore irregolare e da 7.200 a 43.200 per ciascun lavoratore irregolare trovato in azienda.
    In caso di recidiva gli importi verranno incrementati del 20%.
 

INPS MINIMALE E MASSIMALE CONTRIBUTIVO

Aumento quote base contributiva e pensionabile; invariate le aliquote contributive dovute dagli amministratori e collaboratori per l’anno 2019.

 

 

CU (CERTIFICAZIONI UNICHE REDDITI LAVORATORI DIPENDENTI E ASSIMILATI)

Trasmissione telematica entro il 07.03.2019, consegna ai lavoratori della CU SINTETICA entro il 01.04.2019. Possibile la trasmissione separata dei dati dei lavoratori dipendenti da quelli di lavoro autonomo disposte da intermediari diversi.

 

 

RITENUTE FISCALI DIPENDENTI

La Legge di Bilancio 2019, intervenendo sulle disposizioni sul regime contabile forfettario, stabilisce che i datori di lavoro con ricavi / compensi non superiori a 65.000 euro, non sono tenuti a operare le ritenute alla fonte ma dovranno indicare nella loro dichiarazione dei redditi il codice fiscale dei percettori che non sono stati assoggettati a ritenuta fiscale. Il percettore dovrà pertanto presentare il modello 730 o il modello unico in quanto i compensi saranno comunque da tassare. Si consiglia di valutare il proprio regime fiscale e di comunicarci tempestivamente eventuali variazioni intervenute.

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.